News & Events

La Storia

L’origine della parola cassata non è certa poichè il suo nome potrebbe derivare dall’arabo qas’at, “bacinella”, o dal latino caseum, “formaggio”.
Come molti dei dolci tipici di questa terra,la cassata è stata soggetta a dei cambiamenti nel corso della sua storia per opera degli arabi, normanni, e spagnoli.

In maniera sintetica possiamo ridurre la storia della cassata in tre fasi:

Fase Araba: Introduzione degli elementi base della cassata come il limone, l’arancia amara, mandarino, ingredienti che arricchirono l’impasto base.

Fase normanna: Intorno alla fine del 1100, nel convento della Martorana di Palermo le suore crearono la pasta reale (fatta di farina di mandorle e zucchero), componenente fondamentale della cassata.

Fase spagnola: Introduzione del cioccolato e del Pan di Spagna.
Infine i canditi nella decorazione vennero aggiunti nel 1873 (in occasione di una manifestazione che si tenne a Vienna) dal pasticciere palermitano cav. Salvatore Gulì, il quale aveva un laboratorio nel corso Vittorio Emanuele a Palermo.

La Cassata Siciliana Oggi

Pan Di Spagna

Pasta Reale

Farcia

Decorazione

  • 5 uova
  • 150 gr di zucchero
  • 100 gr di farina 00
  • 50 gr di fecola di patate
  • Marsala q.b. (per la bagna)
  • 250 gr di marzapane
  • Colore alimentare verde q.b.
  • 700 gr di ricotta di pecora
  • 180 gr di zucchero a velo
  • 70 gr di cioccolato fondente a gocce
  • un albume
  • 175 gr di zucchero a velo
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • frutta candita per la decorazione finale

Preparazione

pan-di-spagna-ricetta
9-600x300
crema-di-ricotta-per-cannolo-siciliano-liborio-butera
zucca-candita-cassata

Pan Di Spagna

Pasta Reale

Farcia

Decorazione

In una ciotola ampia montare le uova con lo zucchero per almeno 10-15 minuti, la massa una volta pronta deve avere un volume sei volte maggiore, unire la farina e la fecola setacciate poco alla volta e incorporare a mano con una spatola dal basso verso l’alto. Versare in uno stampo ben imburrato e infornare in forno già caldo per 22 minuti a 180°. Una volta freddo tagliatelo per ottenere dei dischi con cui fodererete sopra e sotto la cassata.

Lavorare la pasta di mandorle in una spianatoia cosparso di zucchero a velo e aggiungere il colorante fino ad ottenere il colore che desideriamo, quindi stenderla col mattarello e ritagliare dei trapezi  della stessa altezza della teglia che useremo.

Setacciare la ricotta, aggiunger lo zucchero a velo e le gocce di cioccolato e amalgamare bene, conservare in frigo con la pellicola.

Montare a neve l’albume con lo zucchero e unire il limone poco per volta. Sformate la cassata sul piatto da portata, versate la glassa sulla superficie del dolce e livellatela bene. Decorare con frutta candita e disegnata con la glassa avanzata.

Composizione finale

Rivestire una teglia da cassata con zucchero a velo, sistemare lungo il bordo il marzapane alternate con trapezi di Pan di Spagna della stessa misura, sul fondo lasciate un disco di Pan di Spagna, bagnare col il marsala mescolato ad acqua e quindi coprire con la crema di ricotta. Richiudere con un altro disco e mettere in frigo.